• Vuoi contattare il Comitato decennale Luigi Veronelli?
  • Chiamaci al numero 348 3512580S oppure scrivi a a.rota@luigiveronelli.it

Le altre iniziative

Il vino è il canto della terra

Serata in onore di Luigi Veronelli
  • Il vino è il canto della terra - serata in onore di Veronelli
  • Il vino è il canto della terra - serata in onore di Veronelli
  • Il vino è il canto della terra - serata in onore di Veronelli
  • Il vino è il canto della terra - serata in onore di Veronelli

La prima, importante iniziativa del Comitato decennale Luigi Veronelli. Una speciale serata, nel giorno della sua nascita, in onore di Veronelli, nel bellissimo Teatro Sociale della medievale città alta. Con il sostegno dell’Assessorato alla cultura e allo spettacolo del comune di Bergamo.

La terra è stata centrale nei pensieri e negli scritti del padre della cultura gastronomica italiana. Terra intesa sia come patrimonio universale sia come singola espressione di un luogo e del lavoro dell’uomo.

Sollecitati da Claudio Visentin e Gian Arturo Rota, hanno parlato, di terra (ma non solo) e di Veronelli: Alberto Alessi, Piero Antinori, Gigi Brozzoni, Alfonso Iaccarino, Gianni Mura, Giannola Nonino, Carlin Petrini, Nichi Stefi. Più le giovani Diana Lenzi e Sara Porro, che non lo hanno conosciuto di persona. Ciascuno secondo la propria, individuale visione dell’uomo e in toni per nulla agiografici. E Omar Pedrini, moderno menestrello, con la sua inseparabile chitarra ha inframmezzato, a quelle dette, parole cantate; parole delle canzoni sue, in primis Follia, dedicata a Veronelli.

Claudia Sartirani, assessore cultura e spettacolo, e Andrea Pezzotta, assessore all’Expo, hanno illustrato le motivazioni del coinvolgimento istituzionale, sottolineato il forte legame di Veronelli con la città (vi ha vissuto 34 anni) e ribadito quanto la sua presenza abbia stimolato gli operatori a fare bene.

In conclusione, Aldo Colonetti e Aberto Capatti, hanno dato annuncio della seconda, qualificatissima, iniziativa del comitato: una mostra su Veronelli alla Triennale, tra gennaio e febbraio 2015. Mostra prodotta dalla Triennale stessa insieme al Comitato decennale.

Cronaca di una rappresentazione gioiosa nel nome di Gino Veronelli

Teatro Sociale di Città Alta, Bergamo - domenica 2 febbraio 2014

In un teatro affollatissimo, il brusio di saluti, cronache, abbracci tra amici felici di incontrarsi attorno all’amico Gino, si alza la scena. Undici sedie, una sola occupata. Gian Arturo Rota, collaboratore per 20 anni, siede sotto lo sguardo divertito di Veronelli, catturato in uno splendido ritratto fotografico. Aspetta gli ospiti. La musica di Omar Pedrini, su uno sgabello scalda il contesto; Claudio Visentin, membro del Comitato e curatore dell’iniziativa, saluta e introduce le autorità cittadine.


Torna alle iniziative Comunicato Stampa